Cosa significa essere volontari

CHI SONO I VOLONTARI

 I volontari sono la “forza motrice” per un’Organizzazione come AVAPO Mestre. Sono persone idoneamente formate che liberamente hanno scelto di dedicare in modo totalmente gratuito, parte del proprio tempo per operare all’interno di un contesto organizzato così da garantire la realizzazione di diverse tipologie di servizi ed il buon funzionamento dell’Organizzazione.
Senza di loro non sarebbe possibile garantire la nostra presenza sul territorio. Ognuno può trovare un proprio spazio di intervento all’interno di AVAPO-Mestre, non necessariamente a fianco della persona malata.


DOVE OPERANO I VOLONTARI DI AVAPO Mestre

 Presso le sedi AVAPO

I volontari sono presenti nella sede principale dell’Associazione a Mestre in viale Garibaldi 56 dove svolgono attività di accoglienza e di ascolto delle persone che richiedono informazioni, aiuto o l’attivazione di un servizio.

Presso la sede secondaria di via Giusti 11 partecipano alle attività di due gruppi denominati rispettivamente “Fa e desfa” e “Araba Fenice”, costituiti entrambi da persone che hanno conosciuto AVAPO-Mestre avendo usufruito di uno dei servizi offerti dall’Associazione. Nel corso degli incontri vengono realizzati piccoli manufatti a carattere artigianale utilizzati come gadget nel corso di iniziative promozionali. Gli incontri hanno l’obiettivo di promuovere il mantenimento degli interessi personali, offrendo momenti di relazione umana slegati dalle problematiche e dalle preoccupazioni connesse con la malattia.

Presso l’ospedale dell’Angelo

 I volontari sono presenti accanto ai malati e loro familiari presso il reparto di Radioterapia, due volte la settimana, il martedì ed il venerdì, favorendo un ascolto ed un dialogo empatico volto a colmare i tempi vuoti dell’attesa. E’ anche l’occasione per fornire informazioni circa l’attività svolta da AVAPO-Mestre.

Nelle medesime giornate viene garantita la presenza presso il punto informativo riservato alle Organizzazioni di Volontariato, situato all’ingresso dell’ospedale dell’Angelo dove vengono offerte informazioni circa le attività svolte da AVAPO Mestre, dare indicazioni in merito ai benefici previsti dalla legge per il malato affetto da patologia oncologica e per ci lo assiste e le modalità per averli riconosciuti.

Lungo le strade che portano verso le strutture sanitarie del territorio

 I volontari effettuano il servizio di accompagnamento dal domicilio verso le strutture sanitarie utilizzando autoveicoli propri (tranne nei casi in cui necessitino gli autoveicoli attrezzati dell’Associazione per l’accompagnamento di persone con difficoltà di deambulazione) ed hanno tutti il permesso di circolare, quando in servizio, anche in zona ZTL (Zona a Traffico Limitato).

Usufruire di questa tipologia di servizio consente al malato di sentirsi accolto da una persona disponibile a dialogare e, al tempo stesso, di alleviare da questa incombenza i familiari che, in questo modo, evitano di dover ricorrere a permessi lavorativi o ferie.

SERVIZIO BAMBINI

Anche i bambini si ammalano: AVAPO Mestre ha avviato il progetto di accompagnamento soprattutto verso la struttura sanitaria di Padova, di piccoli amici che devono essere sottoposti a cure specifiche. E’ un modo per porsi accanto alla famiglia che non ha la possibilità di usufruire di un proprio mezzo di trasporto e dare così un aiuto concreto.

 Al domicilio

 I volontari portano la loro presenza laddove la sofferenza, la perdita di autonomia può produrre solitudine e isolamento della persona malata. L’inserimento può favorire il mantenimento di relazioni interpersonali attraverso l’ascolto, l’accoglienza, la vicinanza fisica e la partecipazione empatica e aiutare la famiglia nell’assistenza.

Con l’obiettivo di far sentire alla famiglia che non è sola nell’affrontare le difficoltà del percorso intrapreso, viene garantito dai volontari il servizio di consegna domiciliare degli ausili sanitari che possono rendersi necessari nel corso dell’assistenza (carrozzine, comode, aste per flebo, letti sanitari e materassi antidecubito).

Settimanalmente vengono forniti pannoloni e traverse.

Due volte la settimana vengono consegnati a domicilio i farmaci prescritti dai medici che costituiscono il Nucleo di Cure Palliative Domiciliari.

 

ATTIVITA’ DI PROMOZIONE E COMUNICAZIONE

Servono a far conoscere e a sostenere l’Associazione. I volontari sono presenti ad iniziative di fund- raising ed informative che si svolgono nel territorio.

I volontari sono anche impegnati nell’organizzare eventi e promuovere iniziative volte a sensibilizzare la cittadinanza sull’importanza delle Cure Palliative e della presenza di un’Organizzazione che recepisca le istanze delle persone malate, si faccia promotrice presso le Istituzioni di processi di cambiamento e realizzi progetti tesi a garantire risposte adeguate per soddisfarle.

Lo strumento per mantenere un dialogo con i nostri sostenitori è costituito dal periodico associativo “Per mano” la cui stesura viene bimestralmente curata da un Comitato di Redazione formato da volontari. Altri volontari costituiscono il gruppo di coloro che garantiscono la rete di distribuzione di questo importante mezzo.

 COME SI DIVENTA VOLONTARI

Pur non essendo un professionista, è necessario che il volontario sia una persona preparata, informata e formata, che ha seguito una formazione iniziale e che in qualità di rappresentante di AVAPO-Mestre, avverte il bisogno di prendere parte agli incontri previsti nel corso dell’anno su tematiche specifiche legate alle Cure Palliative e più in generale alla patologia oncologica.

E’ necessario pertanto:

  • aver frequentato il corso base di formazione (vedi il corso di quest’anno)
  • condividere i principi ispiratori dell’Associazione: il rispetto della vita in ogni sua fase e momento e della dignità della persona
  • essere disponibili ad offrire il proprio tempo libero per le attività svolte dall’Associazione
  • frequentare gli incontri di formazione permanente
  • partecipare agli incontri periodici di coordinamento previsti per ogni servizio specifico

Gli ambiti e le attività a cui prendere parte sono molteplici e vengono sempre concordate con il volontario in base anche a quanto egli, in un determinato momento del suo percorso di inserimento all’interno della vita associativa, si sente all’altezza di svolgere.

Annualmente, nel mese di ottobre, viene avviato un corso-base di formazione per nuovi volontari. La formazione viene strutturata in base al core-curriculum del volontario consultabile nella sezione “Documenti”.

Aiutaci a non fermare mai i nostri medici
Contribuirai anche tu così ad aiutare chi è in difficoltà a Mestre

DONACI UN AIUTO

©2017 A.V.A.P.O. Mestre

User Login