La dottoressa Silvia Mangiaforte, medico specializzato in cure palliative che lavorava per AVAPO-Mestre, colpita dallo stesso male di cui erano ammalati i pazienti di cui si occupava, con amore e dedizione tutti i giorni, è deceduta l’8 dicembre 2017.
Alla sua memoria, per volontà della famiglia, AVAPO-Mestre, istituisce il premio “Questo dono è per te”, mettendo a disposizione degli Istituti Superiori del Comune di Venezia delle somme di denaro da distribuire ad altrettanti alunni meritevoli, che si siano distinti nel corso dell’anno scolastico in corso 2019/20 e che abbiano difficoltà famigliari legate a malattie di tipo oncologico. Gli studenti devono aver frequentato, durante quest’anno, una delle prime quattro classi del corso di studi.
Per questo motivo AVAPO-Mestre invita la Dirigenza scolastica degli Istituti Superiori con sede in Mestre, a segnalare fino a due studenti che ne abbiano i requisiti. Sarà esclusiva cura e insindacabile giudizio della Dirigenza scolastica accertare il dato della difficoltà.
La Commissione di AVAPO-Mestre, appositamente allestita, effettuerà una graduatoria, esclusivamente in base alla media delle valutazioni dello scrutinio finale di giugno 2020, escludendo le valutazioni di Religione Cattolica, Materia Alternativa e Educazione Fisica. Al primo in graduatoria verrà consegnato un dono di € 1.000,00, mentre al secondo e al terzo ne verrà consegnato uno di € 500,00 ciascuno. La decisione della commissione è insindacabile.
Sarà richiesta la partecipazione degli studenti premiati alla consegna del dono, prevista il 4 ottobre 2020, “Giorno del dono” (legge 9 luglio 2015 n 110), nel corso di un incontro pubblico organizzato per gli studenti sul tema “I giovani, il volontariato e la solidarietà”.
Da sempre AVAPO-Mestre pone attenzione alle difficoltà di chi vive il dramma del dolore e della malattia. Per questo, anche attraverso questo premio, vuole rimanere vicino alle famiglie che,
nonostante le sofferenze, sono attente alla formazione dei propri figli che dimostrano di comprendere questi sforzi attraverso impegno e risultati. Con i giovani vogliamo condividere il motto “Per mano… ricevere donandosi”, così insieme riusciremo a riscoprire il valore della vita, anche attraverso esperienze drammatiche di una malattia inguaribile, cercando insieme
nuovi orizzonti e nuove opportunità.