C.P.S.D. Cure Palliative Specialistiche Domiciliari

PER CURARE QUANDO NON E’ POSSIBILE GUARIRE: INTERVENTI DI ASSISTENZA DOMICILIARE

Per Cure Palliative Specialistiche Domiciliari (C.P.S.D) si intende un insieme di interventi assistenziali domiciliari che rientrano nel settore delle Cure Palliative consentendo al malato di rimanere nella propria casa pur avendo la garanzia di essere adeguatamente curato.

In questa particolare modalità di intervento, diversamente da quanto avviene di solito, è l’ospedale che si “reca” presso l’abitazione del paziente assicurando cure specialistiche come quelle erogate da un reparto ospedaliero tradizionale.
Il vantaggio è quello di permettere al malato di restare in un ambiente noto e rassicurante, ossia nella propria abitazione, e godere anche della vicinanza e presenza continua dei propri familiari.
Lo scopo di questo servizio erogato in convenzione con l’Azienda Sanitaria Serenissima nel territorio di terraferma compreso all’interno del Distretto Sanitario 2, è quello di dare una risposta al dolore globale di cui il malato di tumore è portatore prevedendo interventi di cura volti a favorire un miglioramento della qualità di vita del malato stesso e della sua famiglia. Essi vengono garantiti da un’equipe multidisciplinare, costituita da professionisti e volontari che operano in sinergia per rispondere ai molteplici bisogni del malato e della sua famiglia.

EQUIPE
L’equipe è costituita da un gruppo di persone, professionisti e volontari, che intervengono presso il domicilio del malato per offrirgli le cure mediche, psicologiche ed umane di cui necessita.
Gli obiettivi che l’equipe si pone sono:

  1. Consentire alla persona malata di “vivere” tutte le fasi della malattia nella propria abitazione continuando ad essere il “protagonista” delle scelte operate
  2. Evitare ricoveri inutili
  3. Assicurare la continuità delle cure ed una risposta ai vari bisogni del malato e del suo nucleo familiare
  4. Assicurare un sostegno ai familiari anche quando si conclude il periodo di assistenza al malato, per tutto il tempo che la famiglia ritiene necessario

 

EQUIPE C.P.S.D:

  MEDICI
  PSICOLOGHE
  INFERMIERI
  OPERATRICI SOCIO-SANITARIE
  VOLONTARI

IL MEDICO
Stabilisce il programma terapeutico informandone la famiglia e coinvolgendo laddove è possibile, il malato. Si reca periodicamente al domicilio dell’ammalato in base ad una programmazione delle visite, qualora le condizioni del paziente siano stabili, oppure su chiamata da parte dei familiari che possono sempre contattarlo anche per consigli e indicazioni pratiche.
La sua presenza ed i suoi suggerimenti, oltre che per la cura, sono di fondamentale importanza per sostenere il nucleo familiare nella scelta di assistenza domiciliare operata, rassicurandolo sul fatto che sia quanto di meglio possa offrire al malato.
Tutti gli interventi sanitari necessari possono essere effettuati al domicilio, anche quelli più specifici quali fleboclisi, trasfusioni, paracentesi, ecc.
Un medico è sempre reperibile telefonicamente 24 ore su 24, tutti i giorni dell’anno festività comprese.

L’INFERMIERE
Effettua le prestazioni infermieristiche in base alle indicazioni del medico.
Provvede ad eseguire prelievi del sangue, medicazioni, fleboclisi, lavaggi di cateteri, irrigazioni, ecc.
Si tratta di una figura molto importante che ha il compito di dare alla famiglia le indicazioni circa comportamenti e azioni da compiere nei confronti del malato così da agevolare il compito assistenziale che si è assunta. In particolare, insegna a movimentare il paziente allettato, a somministrare i farmaci, a gestire le flebo, ad eseguire iniezioni intramuscolari.

LA PSICOLOGA
Interviene presso il domicilio dei pazienti assieme al medico o su precisa richiesta dei familiari e/o del malato stesso.
Il suo compito è quello di sostenere emotivamente durante la malattia tutto il nucleo familiare, cercando di favorire il superamento delle tensioni e soprattutto consentendo al malato e ai suoi cari di usufruire di spazi in cui esternare liberamente i propri vissuti emotivi, i timori e le ansie senza preoccuparsi di gravare anche con questo peso chi sta condividendo l’esperienza di malattia.
Il suo ruolo risulta molto importante per i familiari nel periodo che segue il termine dell’assistenza e ne viene facilitato dall’averli conosciuti in precedenza e dall’aver già avviato un dialogo che viene ad essere modificato dagli eventi, ma che trova le basi in una forma di confidenza già avviata.

I VOLONTARI
Con la loro presenza integrano gli interventi dei professionisti dell’equipe di Cure Palliative per coadiuvare la famiglia nell’assistenza al malato.
Essi, dopo un’adeguata preparazione aggiornata costantemente negli anni, oltre che recarsi al domicilio per visite ed affiancare la famiglia, provvedono a consegnare farmaci ed ausili sanitari quali comode, letti, carrozzine, pannoloni, ecc. che si possono rendere necessari nel corso dell’assistenza.
Garantiscono, inoltre, una disponibilità costante per un contatto telefonico con i familiari che ne avvertono la necessità e provvedono al disbrigo di pratiche burocratiche per il riconoscimento dell’invalidità e la richiesta dell’indennità di accompagnamento.

LE OPERATRICI SOCIO-SANITARIE
Hanno il compito di coadiuvare la famiglia nel provvedere ad effettuare gli interventi di igiene quotidiana soprattutto in presenza di un malato allettato o con difficoltà di movimento.
Sono presenze discrete, ma importanti, soprattutto per fornire indicazioni circa il modo di movimentare il paziente senza procurargli sofferenza, di cambiare le lenzuola o il pannolone, ecc. e alleggeriscono, in questo modo, il carico derivante da un malato che non riesce a collaborare.

 

Dona il tuo 5 permille ad Avapo Mestre!

Aiutaci a non fermare mai i nostri medici
Contribuirai anche tu così ad aiutare chi è in difficoltà a Mestre

DONACI UN AIUTO

©2017 A.V.A.P.O. Mestre

User Login