La Romea Strata era una rotta europea importante, percorsa dai pellegrini che partendo dall’Europa centro orientale affrontavano il cammino verso Roma: dal Mar Baltico attraversavano Estonia, Lettonia, Lituania, Polonia, Repubblica Ceca e Austria fino a valicare le Alpi ed entravano nel Nord Est d’Italia attraverso il Tarvisio.

La Romea Strata è stata un cammino di fede e cultura che ha portato i pellegrini attraverso l’Europa, ma soprattutto attraverso sé stessi.
Prima di diventare via di pellegrinaggio, questo itinerario veniva usato per molteplici scopi tra cui quello commerciale: da qui passava l’ambra, il sale, il ferro, la seta… Il passaggio umano ha portato anche allo sviluppo della cultura, attraverso l’arte e l’architettura che incontriamo oggi lungo questa direttrice (ospitalità, chiese, musei, memorie…). La via è stata percorsa anche da menti illuminate che hanno lasciato il segno nella scienza, come Copernico, Keplero e Galileo Galilei, ma anche da figure cruciali che hanno diffuso attraverso questa via, oltre al cristianesimo, l’ebraismo e il protestantesimo.
Per percorrerla tutta, conoscerla in tutte le vesti che ha indossato nel tempo, viverla in tutti i suoi “strati”, non basterebbe una vita, e da qui il nome “STRATA” che vuol dire strada, ma anche, e soprattutto, stratificazione di storia e di vite.

STATI E CITTÀ ATTRAVERSATE

Estonia, Lettonia, Lituania, Polonia, Cecoslovacchia, Austria, Italia, passando per: Tallin (Est), Riga (Lett), Vilnius (Litua), Varsavia, Częstochowa, Cracovia, Wadowice (Polonia), Velehrad, Brno, Mikulov (Repubblica Ceca), Vienna, Mariazel, Klagenfurt (Austria), Tarvisio, Fucecchio, Roma (Italia).
Totale Km: 3100 circa